Tematiche – 1. Intorno Pirandello

Tematiche - Intorno Pirandello

Tematiche- Intorno Pirandello
  • Pirandello e i primi critici

    Pirandello e i primi critici

    Di Antonio Illiano.  Mancò un humus culturale favorevole alla comprensione della sostanza originale delle prime opere narrative e poetiche. Quelle opere infatti nascondevano, pure sotto le forme veristiche o pseudo-veristiche, una nuova sensibilità ed un contenuto di pensiero che già nell’anteguerra portava i segni di un profondo ed inquietante disagio …
  • Pirandello, il fascino del disinganno dietro a tutto il suo Caos

    Pirandello, il fascino del disinganno dietro a tutto il suo Caos

    Di Pietrangelo Buttafuoco.  L’esistere oltre l’apparire. La maschera, nella finzione, svela l’estraneo inseparabile che vive la condizione di ognuno. E a ciascuno, nel teatro visibile della storia, spetta esserci e sembrare contemporaneamente. da illuminations Indice Tematiche L’involontario soggiorno sulla terra di Luigi Pirandello inizia il 28 giugno 1867. L’uomo della …
  • Luigi Pirandello – Una breve biografia

    Luigi Pirandello – Una breve biografia

    Di Sara Maria Collura.  Per gentile concessione dell’Autrice.  Definito uno scrittore insolito, difficile da inquadrare, Luigi Pirandello nacque il 28 giugno 1867, ad Agrigento in Sicilia. Discese da una famiglia benestante (proprietaria di una miniera di zolfo) e trascorse la sua infanzia a Porto Empedocle e a Villaseta; qui abitarono …
  • Luigi Pirandello – La crisi intellettuale

    Luigi Pirandello – La crisi intellettuale

    Di Sara Maria Collura.  Per gentile concessione dell’Autrice.  Testimone e coscienza della crisi intellettuale, egli ebbe chiara consapevolezza del senso di disagio e di crisi della sua epoca, seguito alla dissoluzione delle certezze positive e seppe mascherarne, con lucidità e coraggio, le contraddizioni, mettendo a nudo l’insanabile contrasto tra le …
  • La Poetica di Pirandello – Introduzione generale

    La Poetica di Pirandello – Introduzione generale

    di Giuseppe Bonghi.  Pirandello prende coscienza, fin dai primi anni della sua produzione letteraria, che il fatto non poteva essere rigidamente costituito, ma doveva essere indagato e analizzato nelle sue cause e proposto soprattutto nelle sue conseguenze, perché sono queste che pesano come un macigno sull’esistenza degli uomini e quindi dei …
  • Una introduzione a Luigi Pirandello

    Una introduzione a Luigi Pirandello

    Di Ciro Sorrentino.  La riflessione pirandelliana, seria e pungente, dopo aver svelato il tragico nulla, dissimulato dall’immagine a volte buffa degli eventi, si sofferma sulle incoerenze e sulle dolorose disarmonie della realtà, che, in definitiva, proiettano l’uomo in una pressante e dolorosa inquietudine. da letteratour Indice Tematiche Vissuto in un periodo storico-culturale …
  • Sostienici con Amazon o Paypal

    Sostienici con Amazon o Paypal

    Sei utente di Amazon o Paypal? Allora puoi sostenere il sito accedendo ad Amazon cliccando sull’immagine qui sotto. Per te nessun costo aggiuntivo, per noi un aiuto per garantire al meglio la continuità e il miglioramento del progetto.  Oppure  puoi donare la cifra che desideri tramite Paypal cliccando sull’immagine seguente.  …
  • Luigi Pirandello: la crisi e la catastrofe dell’identità

    Luigi Pirandello: la crisi e la catastrofe dell’identità

    Di Alessandro Crea.  Per Pirandello tutti gli uomini non sono più persone ma personaggi all’interno della commedia sociale; ogni uomo porta di necessità una maschera o recita il ruolo che la società o le convenzioni o i propri ideali astratti gli impongono. da Lo Sbuffo Indice Tematiche Si sa, di articoli su …
  • Pirandello, Montale lo ha criticato non conoscendolo

    Pirandello, Montale lo ha criticato non conoscendolo

    Da Orizzontescuola.it .  La posizione di Eugenio Montale nei confronti di Pirandello ci fa comprendere come non avesse un’opinione su Pirandello, accogliendo la posizione di Croce senza dare una propria valutazione. È questa la leggerezza di Montale dal punto di vista critico. Come è possibile che il poeta più impoetico …
  • Il volto sconosciuto dell’irascibile Pirandello

    Il volto sconosciuto dell’irascibile Pirandello

    Di Salvatore Ferlita.  Articolo del 5 ottobre 2007 su Repubblica edizione di Palermo. Così il Nobel litigava con attori, editori e professori. Carteggi e biografie disegnano il ritratto di un divo permaloso. In una lettera del 25 marzo 1887 inviata alla sorella Lina, Pirandello ebbe a scrivere: «Nulla ora mi …
  • Pirandello filosofo e la ricerca dell’unità perduta

    Pirandello filosofo e la ricerca dell’unità perduta

    Di Giovanni Fighera.  Pirandello era ritenuto grande filosofo, mente acuta, penetrante e analitica. E, nonostante le tante critiche malevole mosse contro lo scrittore, la giuria svedese del Nobel riconosceva in lui un attaccamento all’ideale, una valorizzazione dell’uomo, un anelito alla vita. La lucida coscienza critica e la domanda di comprendere …
  • Pirandello. La visione del mondo e la poetica

    Pirandello. La visione del mondo e la poetica

    Di Cristina Zanette e Claudio Fasola .  E’ il panorama culturale della demistificazione della realtà e dell’io di Pirandello nelle cui opere ci si presenta un uomo non determinato da propri caratteri psicologici, da proprie individuali disposizione intrapsichiche, ma generato da ragioni, intenzioni e da costrutti mutuati dai contesti normativo …
  • Pirandello amava la parlata agrigentina

    Pirandello amava la parlata agrigentina

    Di Luigi Sedita.  Di Girgenti, sempre presente nella memoria, Pirandello si ricorda in una lettera da Berlino del 29 – 30 marzo 1930 indirizzata a Marta Abba in tournée in Sicilia: “che avvenisse di toccare per qualche giorno Girgenti, (…) Salutami il pino del caos e la vecchia bicocca dove …
  • Pirandello: una visione religiosa dell’infinito

    Pirandello: una visione religiosa dell’infinito

    Di Oliver Friggieri.  Pirandello, ricercatore instancabile del senso della verità, è anche l’erede di una ricca tradizione apologetica religiosa. Anche lui sente il misterioso e l’indefinito, e se la sua solitudine sembra lontana dalla certezza della fede, è sempre questa una condizione dell’anima che continua ad interrogarsi, mai una tappa …
  • Pirandello, un regista (e uno sceneggiatore) mancato

    Pirandello, un regista (e uno sceneggiatore) mancato

    Di Angelo Iannelli.  In Italia la figura del regista sarebbe stata introdotta solo nel 1932 con Silvio D’Amico; fino a quel momento, per indicare il regista teatrale, si usava dire metteur en scene, dal francese. Un ritardo storico della scena italiana che deve il motivo ad «una tradizione plurisecolare di …
  • La coscienza tragica di Luigi Pirandello

    La coscienza tragica di Luigi Pirandello

    Di Antonio Piromalli.  Pirandello inizia la sua attività muovendo da moduli veristi, paesani, dialettali ma per deformare grottescamente, nelle novelle, nelle prime commedie e nei primi romanzi, la realtà oggettiva del naturalismo. La sostanza tragico-esistenziale gli si svela a cominciare da quell’ultimo decennio dell’Ottocento in cui cadono gli ideali patriottici …
  • Luigi Pirandello e il «tubo vuoto»

    Luigi Pirandello e il «tubo vuoto»

    Da «La stanza di Montanelli».  La risposta alla lettera inviata da un lettore alla rubrica curata da Indro Montanelli e pubblicata sul “Corriere della Sera” del 17 marzo 2001 riguardo le motivazioni che spinsero Luigi Pirandello ad aderire al fascismo. A un certo punto mi presi la libertà d’intervenire per …
  • Pirandello e la metafora dello specchio, “quel piccolo padreterno”

    Pirandello e la metafora dello specchio, “quel piccolo padreterno”

    Di Liberiana De Palma.  La metafora è determinante nella dicotomia pirandelliana tra arte e vita. Lo specchio si giustappone e ne costituisce quasi la forma. L’autore siciliano è fortemente combattuto e per tutta la sua vita ha cercato un equilibrio tra le due entità. da Artwave Indice Tematiche 24.03.2019 – Pirandello e la metafora dello …
  • Pirandello il fascismo e l’affare Matteotti

    Pirandello il fascismo e l’affare Matteotti

    Di Marcello Benfante.  Articolo su Repubblica del 26 giugno 2004. Il 10 giugno 1924, Matteotti, deputato socialista “reo” di aver denunciato in Parlamento i brogli elettorali che avevano consentito a Mussolini una scontata vittoria, viene rapito da un gruppo di uomini della Ceka e vigliaccamente massacrato nella loro automobile. L’Italia …
  • Ricordi di Sicilia nella biblioteca di Luigi Pirandello

    Ricordi di Sicilia nella biblioteca di Luigi Pirandello

    Di Francesca Tomassini.  Pirandello ci insegna che essere noi stessi implicherebbe accettare il peso del confronto, dibattere, affrontare conflitti e sperimentarne i danni, mettere in discussione le proprie idee con il pericolo che vengano demolite. Da ciò deriva che l’uomo trova più facile e meno rischioso occultare il proprio volto …
  • Pirandello e il cinema: un’estetica (impossibile) del film

    Pirandello e il cinema: un’estetica (impossibile) del film

    Di Stefano Milioto.  Nonostante le grida di protesta, le posizioni contrarie, gli steccati di sbarramento innalzati per contenere l’avanzata dei film-parlanti; nonostante la condanna pronunciata in sede estetica ma anche dei risultati tecnici così imperfetti, Pirandello sa che i conti bisogna comunque farli col cinema, che il futuro è del …
  • Pirandello cristiano? No, però…

    Pirandello cristiano? No, però…

    Di Francesco Lamendola.  Pirandello prova una profonda pietà per la sofferenza umana, questo è certo; ma è una pietà sterile, che rifiuta ogni tentativo di soluzione, ogni consolazione in questa o nell’altra vita, ogni e qualsiasi risposta positiva: tutto quel che i suoi personaggi sanno fare, tutto quel che vogliono fare, …
  • La ricerca dell’Assoluto nella letteratura: Luigi Pirandello

    La ricerca dell’Assoluto nella letteratura: Luigi Pirandello

    Di Umberto Artioli.  Pirandello usa in numerosi testi questa celebre espressione: “La vita o la si vive o la si scrive”. Avverte una radicale incompatibilità tra l’essere nel mondo, soggetti alla materia e alla carne, e l’esercizio ascetico della scrittura come luogo della salvezza e come ultimo barlume del divino …
  • Pirandello e il suo doppio (critico). Adriano Tilgher

    Pirandello e il suo doppio (critico). Adriano Tilgher

    Di Giuseppe Panella.  L’idea di essere considerato un “filosofo” a Pirandello non piacque mai, anzi lo rendeva diffidente nei confronti dei tentativi di trasformarlo in un pensatore “puro” ma è naturale che, dopo le stroncature iniziali, l’apprezzamento “straordinario” del suo critico venisse accettato e confermato. da La poesia e lo …
  • «È pazza! È pazza!». Tradimenti al femminile in Luigi Pirandello

    «È pazza! È pazza!». Tradimenti al femminile in Luigi Pirandello

    Di Lucrezia Giorgi.  Il macrotema del tradimento rappresenta nell’opera di Pirandello un’occasione unica di denuncia delle regole sociali, scritte o meno, vigenti nella Sicilia di inizio ‘900, nonché del trattamento all’epoca riservato alle donne, con la creazione di un corpus dall’indiscutibile valore antropologico oltre che letterario. da La città immaginaria Indice …
  • Pirandello pittore e critico d’arte

    Pirandello pittore e critico d’arte

    (Con una lettera inedita di Pirandello al figlio Fausto) Di Antonio Alessio.  Per quel gioco imprevedibile e capriccioso del caso che spesso interviene nelle azioni umane per interromperne e modificarne il corso, Pirandello doveva abbandonare le occupazioni e gli interessi artistici preferiti per dedicarsi totalmente a quel genere a cui …
  • Pirandello ateo mistico

    Pirandello ateo mistico

    Di Roberto Righetto.  Pirandello e il rapporto con la religione.  «Io ho una fede in Dio, non so se vera per lei, prete, ma fermissima, alla quale ho dovuto obbedire, offrire dolorose rinunzie. La pace? Non posso fare a meno di desiderarla anch’io: ma poi non riesco ad accettarla, caro …
  • Biografia di Luigi Pirandello – Indice e Bibliografia

    Biografia di Luigi Pirandello – Indice e Bibliografia

    di Giuseppe Bonghi.  Luigi Pirandello, secondo di sei figli, nasce la sera del 28 giugno 1867 ad Agrigento (l’antica colonia greca di Akragas che si chiamerà Girgenti fino al 1927) da Stefano Pirandello e da Caterina Ricci-Gramitto, sposata nel 1863, in una casa colonica non ancora ben rifinita che si …
  • Pirandello. Un genio del novecento

    Pirandello. Un genio del novecento

    Di Giovanni Fighera.  Grande drammaturgo, romanziere, novelliere, l’agrigentino Luigi Pirandello (1867-1936) è uno dei più grandi geni del Novecento, letterato e, al contempo, filosofo. In lui sembrano incarnarsi le parole di Leopardi nello Zibaldone: «Il vero poeta è anche filosofo e il vero filosofo è anche poeta». da La ragione del …
  • Come leggere Pirandello (anche senza capirlo)

    Come leggere Pirandello (anche senza capirlo)

    Di Luigi Lunari.  Riflessioni sull’opera del drammaturgo ma da un’angolatura inusuale, giusto per non ripetersi… Mi sono fatto una meritata fama di bastian contrario, e tanto vale che perseveri. Considero Shakespeare, Molière, Goldoni e Pirandello le forche caudine della mia esistenza, da quando – ogni tanto – mi càpita di …
  • Premio Nobel a Luigi Pirandello – 10 dicembre 1934

    Premio Nobel a Luigi Pirandello – 10 dicembre 1934

    Stoccolma, 10 Dicembre 1934.  Premio Nobel per la Letteratura a Luigi Pirandello.  “For his bold and ingenious revival of dramatic and scenic art”.  “Per lo schietto e geniale rinnovamento nell’arte scenica e drammatica”.  Articoli dell’epoca (in formato PDF): Dal New York Times del 9/11/1934  – Luigi Pirandello wins Nobel prize …
  • Luigi Pirandello e le biblioteche

    Luigi Pirandello e le biblioteche

    Versione digitale mostra Roma.  Teatro dei Dioscuri – 7 nov. – 31 dic. 1996.  Del terribile terremoto che colpisce Messina nel dicembre 1908, radendola quasi al suolo, s’avvertono i contraccolpi anche a Girgenti. Pirandello è lì, come sempre al lavoro, curvo sulle sue carte, quando i libri sistemati alla rinfusa …
  • Pirandello a Berlino – Quando Pirandello disse: “Ich bin ein Berliner”

    Pirandello a Berlino – Quando Pirandello disse: “Ich bin ein Berliner”

    Di Stefano Gulizia.  A volte è un buon esercizio culturale quello di immaginare plausibili conversazioni tra intellettuali e il loro dispiegarsi sullo sfondo di specifiche circostanze storiche; è un’abitudine che ricorda la tecnica della doppia esposizione agli albori della fotografia, come in questo scatto di Lyonel Feininger, che fu preso a Halle nel corso …
  • Storia di Pirandello poeta, saggista e narratore

    Storia di Pirandello poeta, saggista e narratore

    Di Pasquale Guaragnella.  Università di Bari.  Si ripropone la storia di Pirandello poeta, saggista e narratore, a partire dal periodo della formazione culturale e degli esordi letterari fino ai mesi che precedono la morte, quando lo scrittore siciliano appare ancora fortemente impegnato nella scrittura delle sue ultime, intensissime, novelle. Indice …
  • Silvio d’Amico e Luigi Pirandello: frammenti di un incontro (1918-1936)

    Silvio d’Amico e Luigi Pirandello: frammenti di un incontro (1918-1936)

    Di Donatella Orecchia.  Luigi Pirandello nasce a Girgenti nel 1867; Silvio d’Amico (vedi biografia) a Roma nel 1887. Della stessa generazione di Benedetto Croce, di Gabriele D’Annunzio, di Svevo e De Roberto; un po’ più vecchio di Martoglio e di Butti, coetaneo di Irma Grammatica e con qualche anno in …
  • Luigi Pirandello tra l’arte e la vita

    Luigi Pirandello tra l’arte e la vita

    Di Alessandra Agosti  Per gentile concessione dell’Editore.  L’amore e l’odio per il teatro e la sua crescita come drammaturgo, famoso in tutto il mondo.  L’esperienza del Teatro d’Arte, i successi e le delusioni.  La grande passione: Marta Abba.  Indice Tematiche Indice Tematiche      Nel nostro percorso per Educare al …
  • La passione del ritratto: Pirandello e le arti figurative

    La passione del ritratto: Pirandello e le arti figurative

    Di Monica Venturini.  Deluso e stanco per i molti impegni teatrali, non trascura però una delle occupazioni che sempre lo aveva appassionato fin dai tempi della formazione. L’interesse per la pittura, infatti, non rappresenta per lui un fatto «occasionale, transitorio, epidermico, come si potrebbe essere indotti a pensare» da Italianisti.it …
  • Pirandello operatore multiculturale

    Pirandello operatore multiculturale

    Di Mario Minarda.  Deve essere rimasta impressa nella storia della critica letteraria italiana e internazionale la metafora del «grosso artigiano» attraverso la quale Giovanni Macchia descriveva il modus operandi di uno scrittore come Luigi Pirandello. In quell’immagine viene riflessa la base polimorfica rubricata dai sapienti filtri retorici disseminati nelle sue …
  • Pirandello e la bioetica

    Pirandello e la bioetica

    Di Luisella Battaglia.  Etica e narrazione sembrano, a prima vista, due termini antitetici: l’una evoca il rigore del ragionamento, l’altra la libertà dell’invenzione, talora la fantasia priva di regole. In realtà, l’antinomia apparente ha bisogno di essere ripensata. Indice Tematiche Etica e narrazione sembrano, a prima vista, due termini antitetici: …
  • Pirandello e la fede

    Pirandello e la fede

    Intervista a Luigi Pirandello, «Termini», 1936.  Di Giovanni Cavicchioli*.  In una grande intervista del 1936, Pirandello dà conto della propria visione del mondo, giudicando il proprio teatro ed esplicitando la propria fede cristiana. Sipario sul senso religioso. Lo vado a trovare all’albergo. Mattiniero, già vestito, pronto per andare alla prova: …
  • La visibilità sul web di Luigi Pirandello – Tesi di laurea

    La visibilità sul web di Luigi Pirandello – Tesi di laurea

    Di Angela Floriana Di Natale.  (Si parla anche di noi e della nostra storia).  Col consenso dell’autrice .  Leggi la tesi completa (PDF) La rivoluzione digitale ha permesso la riproduzione online di intere opere letterarie e la versione virtuale dei beni culturali. Musei, biblioteche, opere d’arte oggi sono fruibili attraverso …
  • Parricidi: Debenedetti legge Pirandello

    Parricidi: Debenedetti legge Pirandello

    Di Franca Angelini.  Strani i giochi di prospettive e di trompe-l’oeil che la storia della letteratura provoca nella memoria: Debenedetti, nostro contemporaneo a pieno titolo, è un quasi-contemporaneo di Pirandello, che pensiamo invece come un classico del primo Novecento. Indice Tematiche Ma la lunga recensione a Una giornata di Pirandello …
  • Fortuna di Pirandello in Spagna

    Fortuna di Pirandello in Spagna

    Di Erminio G. Neglia.  Come in altri paesi, il teatro di Pirandello non tardò ad imporsi anche in Spagna. Vi entrò trionfalmente attraverso la Catalogna con la messinscena (in catalano) de Il berretto a sonagli, il 27 novembre 1923, al teatro Romea di Barcellona (De Filippo). Il nome di Pirandello …
  • La fortuna di Pirandello nella civiltà araba

    La fortuna di Pirandello nella civiltà araba

    Di Carla De Fusco.  La fortuna di un autore, nella universalistica civiltà contemporanea, passa attraverso la traduzione, che ne definisce la ricezione nei vari e diversi contesti letterari di ogni paese del mondo. Si intreccia con le culture nazionali, le modifica e ne è modificata, in un rinnovato e continuo …
  • Pirandello: Lingua e grammatica nella scuola primaria – Tesi di Laurea

    Pirandello: Lingua e grammatica nella scuola primaria – Tesi di Laurea

    Di Caterina Villani.  Col consenso dell’autrice.  Leggi la tesi completa (in PDF).      Considerata la complessità delle tematiche affrontate nelle sue opere, mi sembra evidente il motivo per cui un autore come Luigi Pirandello non venga contemplato nelle programmazioni dei docenti di scuola primaria. L’intento del mio lavoro rappresenta, …
  • Nietzsche e Pirandello: Paralleli e differenze

    Nietzsche e Pirandello: Paralleli e differenze

    di Michael Rossner.  L’autodefinizione pirandelliana come “scrittore di natura più propriamente filosofica” (nel Prologo ai Sei personaggi) è responsabile di una caratterizzazione spesso troppo superficiale di Pirandello, ossia come una specie di “traduttore” di pensieri filosofici nella forma più facilmente accessibile della narrativa o del teatro, cosicché molti critici lo …

Luigi Pirandello, secondo di sei figli, nasce la sera del 28 giugno 1867 ad Agrigento (l’antica colonia greca di Akragas che si chiamerà Girgenti fino al 1927) da Stefano Pirandello e da Caterina Ricci-Gramitto, sposata nel 1863, in una casa colonica non ancora ben rifinita che si trovava nella tenuta paterna denominata “Caos”, qualche chilometro fuori dalla città, sulla strada che conduce verso Porto Empedocle, in una contrada suggestiva che dall’alto di un costone da un lato guarda verso il mare e dall’altro è delimitata da una ripido e piccolo valloncello che  porta direttamente alla spiaggia. Al “Caos” la madre si era trasferita per sfuggire all’imperversare di una terribile epidemia di colera che a fasi alterne affliggerà la Sicilia per alcuni anni fino al 1868, angosciata dalla malattia che il marito aveva contratto dovendo rimanere in città per lavoro.

La famiglia di Stefano affondava le sue lontane origini nella Liguria e godeva di un tenore di vita elevato grazie al ricco commercio di zolfo e al possesso di alcune solfatare della zona. Nel 1860, sull’orma degli ideali antiborbonici, aveva seguito Garibaldi, e aveva partecipato alla battaglia di Aspromonte.
La famiglia di Caterina era tradizionalmente antiborbonica; era figlia di Anna Bartoli e di Giovanni Ricci-Gramitto, avvocato del foro di Agrigento, che all’indomani della rivoluzione antiborbonica del 1848 era stato condannato all’esilio e aveva trovato asilo politico a Malta, dove lo avevano raggiunto la moglie e i figli (Caterina aveva allora 13 anni). Ma dopo pochi mesi Giovanni muore e la moglie Anna riporta i figli ad Agrigento, dove vive praticamente in povertà, perchè il governo aveva confiscato le rendite fondiarie sue e del marito, e vive col solo aiuto di un cognato canonico, “lealista”, che il giorno della restaurazione si era precipitato in Chiesa a cantare un solenne Te Deum di ringraziamento.

Se vuoi contribuire, invia il tuo materiale, specificando se e come vuoi essere citato a
collabora@pirandelloweb.com

ShakespeareItalia