Biblioteca Pirandelliana – Indice per tematiche

biblioteca

In questa sezione le pubblicazioni utili per uno studio su Pirandello. Presente, per ogni libro, presentazione dell’editore e, quando reperibile, recensione. Gran parte dei testi in elenco sono stati segnalati dagli iscritti al gruppo Facebook o da utenti del sito, via email.

Di seguito l’elenco dei libri segnalati, ordinati alfabeticamente per autore che abbiamo diviso in cinque sezioni:

Indispensabili, Stile, Vita, Teatro e Narrativa, Contestuali. 

biblioteca
Casa Museo di Luigi Pirandello, Roma, Via Antonio Bosio, 15. Immagine dal Web

 

Biblioteca Pirandelliana – Indispensabili

Biblioteca Pirandelliana – Stile

Biblioteca Pirandelliana – Vita

Biblioteca Pirandelliana – Teatro e Narrativa
  • Alfonzetti Beatrice – Pirandello. L’impossibile finale
    Alfonzetti Beatrice – Pirandello. L’impossibile finale

    Guardare al teatro di Pirandello, dalla prospettiva critica del finale, riserva davvero molte sorprese. L’invenzione dell’epilogo a fine Ottocento può rinviare così alla fin de…

  • Ganeri Margherita – Pirandello romanziere
    Ganeri Margherita – Pirandello romanziere

    Dei sette romanzi di Pirandello, solo Il fu Mattia Pascal e Uno, nessuno e centomila sono considerati classici del Novecento. I vecchi e i giovani…

  • Jachia Paolo – Pirandello e il suo Cristo
    Jachia Paolo – Pirandello e il suo Cristo

    Opera di taglio specialistico-accademico. Appartiene cioè al versante semiotico-linguistico della produzione di Paolo Jachia. Così l’autore: “L’analisi del Fu Mattia Pascal non vuole tanto o…

  • Savio Davide – Il carnevale dei morti
    Savio Davide – Il carnevale dei morti

    Davide Savio indaga l’opera narrativa, drammaturgica e poetica di Luigi Pirandello, in primo luogo le Novelle per un anno (1922-1937), con lo scopo di ricostruire…

  • Tessari Roberto – Come un angelo di fuoco
    Tessari Roberto – Come un angelo di fuoco

    Grande rivendicatore della piĂą inquietante autonomia vitale delle creazioni fantastiche, e grande mago-regista dell’immaginario, Pirandello aveva scelto di sperimentare in prima persona il rapporto con…


Biblioteca Pirandelliana – Contestuali

Luigi Pirandello, secondo di sei figli, nasce la sera del 28 giugno 1867 ad Agrigento (l’antica colonia greca di Akragas che si chiamerà Girgenti fino al 1927) da Stefano e da Caterina Ricci-Gramitto, sposata nel 1863, in una casa colonica non ancora ben rifinita che si trovava nella tenuta paterna denominata “Caos”, qualche chilometro fuori dalla città, sulla strada che conduce verso Porto Empedocle, in una contrada suggestiva che dall’alto di un costone da un lato guarda verso il mare e dall’altro è delimitata da una ripido e piccolo valloncello che  porta direttamente alla spiaggia.. 

Pirandello

… Io dunque son figlio del Caos; e non allegoricamente, ma in giusta realtà, perché son nato in una nostra campagna, che trovasi presso ad un intricato bosco, denominato, in forma dialettale, Càvusu dagli abitanti di Girgenti. Colà la mia famiglia si era rifugiata dal terribile colera del 1867, che infierì fortemente nella Sicilia. Quella campagna, però, porta scritto l’appellativo di Lina, messo da mio padre in ricordo della prima figlia appena nata e che è maggiore di me di un anno; ma nessuno si è adattato al nuovo nome, e quella campagna continua, per i piú, a chiamarsi Càvusu, corruzione dialettale del genuino e antico vocabolo greco Xàos.

Se vuoi contribuire, invia il tuo materiale, specificando se e come vuoi essere citato a
collabora@pirandelloweb.com

ShakespeareItalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.