Genco Mario – I Pirandello del mare ovvero l’enigma del nonno cambiato

I Pirandello del mare

Chi sa che Luigi Pirandello è nato dentro una sterminata dinastia palermitana di gente di mare? Provenivano da Genova, fondarono compagnie di navigazione e furono anche banchieri ed esportatori di agrumi e di zolfo.
Il libro racconta la storia inedita di questa famiglia, rimossa dalla stessa memoria del grande scrittore siciliano… ma forse non del tutto rimossa… se fu proprio dai suoi familiari che trasse spunto per costruire, anche con una certa astiosità, caratteri, vicende, novelle.

[amazon_link asins=’8860830524′ template=’ProductAd’ store=’it-1′ marketplace=’IT’ link_id=’1547aff8-5042-454a-a7e4-b60129cef9af’]

Mario Genco

I Pirandello del mare ovvero l’enigma del nonno cambiato

XL Edizioni – 2013 – pp. 120
Collana Gramsciana
Prezzo di copertina, Euro 13,90

I Pirandello del mare

dal sito dell’Editore

Chi sa che Luigi Pirandello è nato dentro una sterminata dinastia palermitana di gente di mare? Provenivano da Genova, fondarono compagnie di navigazione e furono anche banchieri ed esportatori di agrumi e di zolfo.

Il libro racconta la storia inedita di questa famiglia, rimossa dalla stessa memoria del grande scrittore siciliano… ma forse non del tutto rimossa… se fu proprio dai suoi familiari che trasse spunto per costruire, anche con una certa astiosità, caratteri, vicende, novelle.

I Pirandello navigavano e armavano bastimenti dai tempi che si chiamavano pinchi, mistici, bovi, martingane e feluche; e poi furono brigantini e golette, e i grandi velieri a tre e più alberi con vele quadre, le navi che gli americani chiamavano best bark e in Italia erano diventate barcobestie. … E quando il vapore sostituì il vento, imbarcarono e comandarono su piroscafi e transatlantici, fondarono e diressero compagnie di navigazione, fino agli anni Cinquanta del Novecento. Furono anche attivi e fortunati esportatori di agrumi, zolfo, sommacco; banchieri. … Di tutti costoro s’è perduta traccia e memoria. Ostentava di averne perduto memoria anche lo scrittore, che mostrò di smarrirsi, o finse, fra i rami del frondoso albero genealogico. Invece ci si muoveva con agile astuzia, e dai parenti palermitani ben conosciuti e assiduamente frequentati, e dai suoi stessi rapporti con essi, trasse ispirazione per vicende e caratteri, che spregiudicatamente trasferì, con una certa dose di astiosità e a volte di rancore, in alcune novelle e in almeno una commedia.

[amazon_link asins=’8860830524′ template=’ProductAd’ store=’it-1′ marketplace=’IT’ link_id=’1547aff8-5042-454a-a7e4-b60129cef9af’]

««« Indice Biblioteca

Se vuoi contribuire, invia il tuo materiale, specificando se e come vuoi essere citato a
collabora@pirandelloweb.com

ShakespeareItalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.