A teatro: L’uomo dal fiore in bocca

Tea House Theatre, Vauxhall, London. Produzione di Manuele Macaione. Dicembre 2019. 

Volentieri pubblichiamo integralmente quanto inviatoci da Manuele Macaione, produttore e protagonista dello spettacolo. In fondo al post i riferimenti di contatto per chi fosse interessato a prossimi futuri progetti teatrali unicamente scritti da Luigi Pirandello.

Chi volesse a sua volta voler pubblicare sul nostro sito proprie produzioni o interpretazioni inerenti Luigi Pirandello ci scriva a:

collabora@pirandelloweb.com

*******

luomo dal fiore in bocca

Pagina Web dello spettacolo
The Man with the Flower in His Mouth

*******

Presentazione ufficiale dello spettacolo

L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA

di Luigi Pirandello

Regia di Dimitri Devdariani

Sono passati quasi 100 anni da quando la commedia di Pirandello L’uomo dal Fiore in Bocca è stata eseguita dalla BBC Radio. Ora questo influente lavoro è portato sul palco da un cast internazionale al Tea House Theatre di Vauxhall, Londra.

L’Uomo da Fiore in Bocca è stato scritto nel 1923, quando ha scioccato e sfidato il pubblico e forse la natura stessa del teatro classico stesso.

Questa è una rivisitazione di un’ora del dramma di Pirandello in cui due sconosciuti si incontrano e il protagonista racconta improvvisamente la storia della sua vita e quella di una morte incombente.

Lo scrittore italiano Luigi Pirandello è considerato un innovatore nel teatro e nella drammaturgia. Acclamato dalla critica, scrittore e premio Nobel per la letteratura. Pirandello era affascinato dai problemi di salute umana e identità, preoccupato di auto-ricerca e relazioni con gli altri esseri umani. Insieme a Sei Personaggi in cerca d’Autore, questa commedia è una delle opere più rinomate e influenti del Grande Siciliano, Pirandello.

Diretto da Dimitri Devdariani, ambientata nell’elegante e intimo Tea House Theatre, questa produzione attraversa facilmente il confine tra realismo e misticismo per celebrare il vero spirito dell’opera di Pirandello.

Con un cast internazionale di attori che hanno tutti sede a Londra:

L’Uomo con il Fiore, Manuele Macaione

Viaggiatore spensierato, Frederico D’Amore

Donna in nero, Valeria Ljas

A teatro: L'uomo dal fiore in bocca
Il Team

L’uomo dal Fiore in Bocca è una di queste poche e rare opere che vengono scritte una volta in una generazione. Tali opere vengono a cambiare il volto del teatro e a infrangere le regole accettate. Occasionalmente ogni forma d’arte ha un disperato bisogno di una tale rivoluzione, ma questo vale ancora di più per il teatro, poiché è una forma d’arte veramente viva e respirabile che risponde direttamente ai suoi tempi e alle sue esigenze del suo pubblico.

L’uomo dal Fiore in Bocca non è semplicemente un gioco di malattia, o meglio una malattia di un particolare individuo. È naturalmente un commento sulla società in grado di essere in grado di connettersi veramente tra loro. Anche se è chiaro che la necessità di una tale connessione è estrema e che la maggior parte di noi stanno spesso facendo coraggiosi tentativi di aprirsi. Tali tentativi a volte funzionano, e a volte falliscono. La storia di Pirandello è una descrizione di un atto così impavido. La connessione è avvenuta, un uomo è stato veramente in grado di ottenere attraverso l’altro da barare la sua anima complessa e oscura?

Quando si tratta della forma pura, l’opera di Luigi Pirandello è breve, scritta anche per lo più come monologo di un personaggio particolare. Eppure ci sono tre persone nello spettacolo. Uno di loro ascolta per lo più, come Horatio di Shakespeare, mentre l’unico personaggio femminile di gioco non fa nemmeno questo; semplicemente esiste. A volte questo lavoro sfiora i confini del surrealismo e non si può fare a meno di meravigliarsi. Questi personaggi esistono davvero, o sono tutti un prodotto di allucinazioni, un sogno di qualche tipo? Forse il drammaturgo pone una domanda molto più grande: tutta la vita, tutto il mondo che ci circonda è una mera illusione?

Pirandello è uno scrittore misterioso, come spesso presenta il suo pubblico con grandi domande e raramente risponde loro. Provoca un processo di pensiero ispiratore e più profondo e poi ci lascia indovinare. Forse è quello che dovrebbe fare uno scrittore veramente moderno? Dopo tutto, la maggior parte del teatro contemporaneo riguarda il coinvolgimento proattivo del pubblico nel dramma che si verifica di fronte a loro.

Chiaro, L’Uomo dal Fiore in Bocca è un gioco di solitudine, amore, bisogno di essere ascoltato e, infine, la morte. Questi temi sono eterni e rimarranno con noi fino all’estinzione dell’umanità. Ma in questo caso particolare si presentano con slickness, eleganza e impreziosita dal delizioso gioco di contrasti così tipici del lavoro di Pirandello. Ecco perché credo fermamente che il teatro, il cinema, la radio e la televisione continueranno a tornare a questo spettacolo audace e laconico.

Cosa c’è di speciale in questa produzione

Questa produzione è eseguita da un cast internazionale & troupe, che sottolinea la natura generalmente umana e i temi dello spettacolo. Eppure due attori protagonisti sono italiani e questo mantiene lo spettacolo autentico, legato alle sue radici italiane. Questa versione dello spettacolo viene eseguita presso il caffè che confina con la linea ferroviaria – che è l’impostazione esatta del gioco, come suggerito dall’autore. Lo spettacolo viene eseguito nel centro del caffè e incoraggia la partecipazione del pubblico. Questa messa in scena includerà “flashback” dai ricordi del personaggio principale e quindi esplorerà in modo più dettagliato il suo rapporto con la moglie / atteggiamento verso e il trattamento delle donne.

A teatro: L'uomo dal fiore in bocca
Manuele Macaione

NOTE e EDITORI

Dimitry Devdariani è regista teatrale, attore e drammaturgo. È nato in Georgia e negli ultimi diciotto anni lavora come regista nel Regno Unito. Ha messo in scena più di quaranta produzioni, tra cui Zio Vanja di Anton Chekov, Solaris di Stanislaw Lem, Threads di Jean Cocteau e Antigone di Sofocle.

Manuele Macaione è un attore italiano. Nel 2019 si è laureato con un BA (Hons) 2.1 Acting presso la Court Theatre Training Company di Londra. I ruoli precedenti includono Robert in New Labour di Marcelo Dos Santos diretto da Paul Jaynes.

Frederic D’amore addestrato alla L.C.T.S. Ha interpretato la parte di Vera nella produzione di Desperate Improvisations di Jan Hendrik Verstraten all’Edinburgh Fringe Festival. Ha anche interpretato la parte di un Looney nel manicomio nel film, Quills.

Valeria LjasValeria aveva un desiderio di arte e creatività, che successivamente la portò ad una laurea in musica. Oggi è un’attrice del Russian Classics Theatre con sede a Londra. Essere completamente assorbiti dalla vita scenica.

Crediti di Produzione 15th, 16th, 17th, December 2019

Produzione: L’Uomo dal Fiore in Bocca

Produttore: Manuele Macaione

Direttore: Dimitry Devdariani

Luce/Suono: Andrew Vizg

Fotografo: Mike Embleton

Regista video: Paul Rodriguez

​Attore: Manuele Macaione

Attore: Frederic D’Amore

Attrice: Valeria Ljas

Luogo: Tea House Theatre, Vauxhall

*******

Riferimenti di contatto:

Manuele Macaione 

Mobile: 07853053166

Email: macaionemanuele@gmail.com

Web-site: https://www.manuelemacaione.com/

Equity: S00460352

Spotlight: https://www.spotlight.com/3332-4509-3221

Se vuoi contribuire, invia il tuo materiale, specificando se e come vuoi essere citato a
collabora@pirandelloweb.com

ShakespeareItalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.