Pirandello nella quiete del “caos”

La settimana Incom 01491 del 19/12/1956
“Un chirurgo dall’animo umano – Commemorato nella natia Agrigento il grande drammaturgo Luigi Pirandello”
Descrizione sequenze: Agrigento; Cerimonia per il ventesimo anniversario della morte di Luigi Pirandello, la folla della commemorazione; Lo scoprimento del busto di Pirandello; L‘onorevole Castiglia tiene discorso; Fotografie e pubblicazioni dedicate a Pirandello nelle vetrine delle librerie della città; Operai edili lavorano alla restaurazione della Casa di Pirandello; Alcune persone conducono le ceneri del drammaturgo nella sua casa; In un teatro si apre un sipario e si vedono alcuni attori attaccati a dei cavi come marionette
Visita e iscriviti al canale YouTube di PirandelloWeb

Mie ultime volontà da rispettare

I. Sia lasciata passare in silenzio la mia morte. Agli amici, ai nemici preghiera non che di parlarne sui giornali, ma di non farne pur cenno. Né annunzi né partecipazioni.

II. Morto, non mi si vesta. Mi s’avvolga, nudo, in un lenzuolo. E niente fiori sul letto e nessun cero acceso.

III. Carro d’infima classe, quello dei poveri. Nudo. E nessuno m’accompagni, né parenti né amici. Il carro, il cavallo, il cocchiere e basta.

IV. Bruciatemi. E il mio corpo, appena arso, sia lasciato disperdere, perché niente, neppure la cenere, vorrei avanzasse di me. Ma se questo non si può fare sia l’urna cineraria portata in Sicilia e murata in qualche rozza pietra della campagna di Girgenti, dove nacqui.

Luigi Pirandello

Pirandello nella quiete del caos

Nonostante queste furono le sue volontà, ebbe tre funerali e un epilogo .
Il primo funerale fu organizzato dalla propaganta fascista . degno di un nobel si svolse a Roma nel 1936, dopo la morte le sue ceneri vennero custodite per 10 anni nel Verano , circa dieci anni dopo le insistenze del sindaco di Girgenti e pare l’intercessione di Andreotti, convinsero le autorità a trasportare le ceneri del premio Nobel in Sicilia , poste le ceneri in un urna greca del quinto secolo avanti cristo ed imballate in una cassa , si chiese aiuto all’aviazione americana per il trasporto .

Visto le disastrose condizioni delle vie di comunicazione italiane del dopo guerra. In fase di rullaggio qualcuno disse ad alta voce che forse lo spirito di Pirandello poteva approfittare del volo per disperdere con una esplosione in aria le proprie ceneri , paura e panico ed annullamento del volo come conseguenza di questa arguta riflessione.
Si decise quindi di viaggiare in treno , durante la notte però la cassa con le ceneri sparì , fu ritrovata solo al mattino quando ci si accorse che alcuni viaggiatori l’avevano usata come tavolino per giocare a tre sette col morto (e che morto).
Finalmente dopo altre traversie arrivò a destinazione , ma il vescovo di Agrigento non volle benedire un’urna pagana si trovò dopo trattative, il compromesso di tenere il vaso dentro una bara , fu così che Pirandello ebbe il secondo funerale, che non avrebbe mai voluto.
Le ceneri vennero conservate nella casa natale del drammaturgo per ben 15 anni in attesa che si completasse il monumento progettato apposta per contenerle ma solo nel 1962 fu completato.
Le ceneri dovevano essere travasate in un contenitore di alluminio ed essere tumulate dentro il monumento .
Dopo tutto questo tempo però le ceneri si erano cementificate e solo dopo ore di lavoro di scalpello si riuscì a riversarle nel contenitore , ma questi era troppo piccolo avanzarono ceneri , il delegato comunale ebbe l’idea mettere quelle avanzate in un foglio di giornale avvolto a cono e spargerle in mare , ma non arrivò mai alla costa perchè una folata di vento arrivò prima e distribuì le ceneri nell’aria . Così Pirandello ebbe in parte il funerale che aveva desiderato .
Ma non finisce qui nel 1994 si notò che dentro l’urna greca c’erano ancora ceneri, che lo scalpello non era riuscito a scalfire, si fece un esame del DNA e il risultato fu sorprendente .Le ceneri di Pirandello erano mischiate a quelle di altri uomini e donne , (probabilmente errore fatto nel 1936 all’epoca dei primi funerali) , quindi nella tomba di Pirandello la scienza afferma che , c’è Pirandello e non c’è Pirandello . Più pirandelliano di così si muore

Indice Videoteca

Se vuoi contribuire, invia il tuo materiale, specificando se e come vuoi essere citato a
collabora@pirandelloweb.com

ShakespeareItalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.