43. Sveglia

Sveglia

“Poesie sparse” (1890/1933)


43. Sveglia

Da Nuova Antologia, 16 agosto 1910.

Guizzò la prima rondine dal nido
sotto la mia grondaja,

vibrando al cielo il breve acuto strido;
e già ne strillan cento in frotta gaja.
Filan gli aerei stridi; intanto pare
che dai tetti vicini,

salterellando, col lor cianciugliare,
bézzichin l’aria i passeri piccini.
Giú, nel cortile, ostinasi un galletto
nel suo verso arrochito,

— Zitto, signor Dovere, ho già capito:
è ora, è ora di lasciare il letto.


»» “Poesie sparse” (1890/1933)

»» Elenco delle raccolte

Se vuoi contribuire, invia il tuo materiale, specificando se e come vuoi essere citato a
pirandelloweb.com@gmail.com