34. Invito

Invito

“Poesie sparse” (1890/1933)


34. Invito

Da Nuova Antologia, 1° marzo 1907.

Ascolta come – tentano gli uccelli
coi primi trilli il fresco aer d’aprile.

Avremo, Else, tra breve i giorni belli:
tu, come i fiori odorano, amerai.
Gli alberi della valle sono ormai
per rifiorire al sol primaverile.

Odi, Else, come tentano gli uccelli
coi primi trilli il fresco aer d’aprile?

L’un chiama l’altro e la risposta aspetta:
tempo è di fabbricare i nuovi nidi.

Oh, la città, laggiú, sia maledetta!
Quanto ben la sua legge all’amor toglie…
S’aman gli uccelli in fin che i rami han foglie
né l’un si lega all’altro… Else, tu ridi?

Pur ciascun chiama e la risposta aspetta:
tempo è di fabbricare i nuovi nidi.


»» “Poesie sparse” (1890/1933)

»» Elenco delle raccolte

Se vuoi contribuire, invia il tuo materiale, specificando se e come vuoi essere citato a
pirandelloweb.com@gmail.com