Celebrazioni 150 anni dalla nascita di Pirandello 1


Celebrazioni 150 anni dalla nascita di Pirandello

Comune di Agrigento – 150 anni dalla nascita di Pirandello.

Nominato il Comitato d’onore

Celebrazioni 150 anni

E’ stato costituito ufficialmente il Comitato d’onore che presiederà le celebrazioni per il 150° Anniversario della nascita di Luigi Pirandello in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali. Il Comune di Agrigento ha investito, mediante l’approvazione di una Deliberazione di Giunta, i componenti del Comitato d’onore che da oggi sono ufficialmente in carica, rigorosamente a titolo gratuito. Si tratta di grandi personalità del mondo della Cultura, a partire da Andrea Camilleri, cittadino onorario di Agrigento, scrittore sceneggiatore e regista, autore tra l’altro di una biografia pirandelliana. Con Camilleri nel Comitato è presente Pier Luigi Pirandello, figlio del pittore Fausto Pirandello, terzogenito del Drammaturgo, attivo operatore culturale, mecenate, catalizzatore di esperienze artistiche, in rappresentanza degli eredi Pirandello. Gli altri componenti sono Anna Maria Sciascia, secondogenita figlia di Leonardo Sciascia, autrice dell’opera “Il gioco dei padri” sulle figure di Sciascia e Pirandello; Roberto Andò, regista e autore, direttore artistico dell’INDA di Siracusa (Istituto Nazionale del Dramma Antico), figlio della stessa Sicilia che ha dato i natali a Luigi Pirandello; Massimo Bray, ex ministro dei Beni Culturali, Direttore generale Treccani e presidente del Salone del Libro di Torino; Lazzaro Raffaele Caputo, professore Ordinario di Letteratura italiana all’Università Tor Vergata di Roma, componente della Commissione incaricata di curare i lavori dell’edizione nazionale dell’opera omnia di Luigi Pirandello nonché direttore della rivista internazionale di studi e documenti “Pirandelliana” e Onofrio Cutaia, designato direttamente  dal ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini. Onofrio Cutaia è il direttore generale “Spettacolo” del Ministero dei Beni Culturali, già direttore dell’Ente teatrale Italiano e direttore del Teatro Mercadante di Napoli.

Le celebrazioni prevedono tanti momenti artistico-culturali nel nome di Pirandello. Centrale sarà il Festival della Strada degli Scrittori, in programma dal 12 maggio al 9 luglio. Tra gli eventi più interessanti del Festival, particolarmente atteso è il 1° Master di Scrittura, che avrà quali Maestri alcuni tra i più autorevoli scrittori di fama internazionale e che sarà coordinato da Massimo Bray. Tanti gli appuntamenti nazionali e internazionali, tra musica, teatro, mostre inedite, momenti di approfondimento, itinerari, enogastronomia, e gemellaggi, curati su scala internazionale dal Ministero degli Esteri attraverso gli Istituti Italiani di Cultura sparsi nel mondo finalizzati a promuovere la figura del Drammaturgo agrigentino la cui opera continua a rimanere attuale a 150 dalla sua nascita.

“La scelta dei nomi di grande prestigio, attuata d’intesa con il ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, per comporre il Comitato d’Onore che presiederà le Celebrazioni, – ha dichiarato il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto – rappresenta l’alto profilo istituzionale, oltre che culturale, che il Comune di Agrigento intende mantenere a livello nazionale e internazionale nell’organizzazione del 150° della nascita di Luigi Pirandello”.

dal sito del Comune di Agrigento


Se vuoi contribuire, invia il tuo materiale, specificando se e come vuoi essere citato a
pirandelloweb.com@gmail.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Celebrazioni 150 anni dalla nascita di Pirandello

  • Michele Sgarro

    Nel gennaio del 2012, un anno prima del 150° anniversario della nascita di Gabriele D’Annunzio, scrissi il romanzo storico fantastico ” Il Caos inimitabile” . Nel libro mi sono immaginato un cenacolo, mai avvenuto fra i due grandi del ‘900, nell’agosto del 1928 , al Vittoriale degli italiani ( abito a 20 chilometri da questi posti e li conosco come le mie tasche ) .
    Finito il 2013, un pò per la delusione e il flop del romanzo ( ha venduto 175 copie ) e l’ostracismo della Fondazione del Vittoriale, a cui avevo chiesto il patrocinio ( la motivazione : diamo solo il patrocinio a lavori tecnici, ma il mio romanzo, che ha attinto da un centinaio di mie precedenti letture , a parte l’invenzione voluta del cenacolo, è un lavoro tecnico fantasioso ndr ), un pò per aver litigato con l’editore , che mi ha abbandonato nel post edizione, l’ho ritirato dal commercio.
    Ora, essendo io pirandelliano più che dannunziano ( nel libro “vince ” Luigi ndr ), ci riprovo …https://www.youtube.com/watch?v=3A64r2fyeq4